cornice

Edizione 2014

Giornata del Giardino 2014: 12 e 13 Aprile

Tema: Il verde pubblico è patrimonio di tutti: curiamolo!

 

 

Giunge graditissima l’adesione presidenziale alla manifestazione progettata dal
Giardino Romano, che allarga ai soci UGAI il riconoscimento del
Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, 
che ha voluto destinare alle iniziative organizzate in occasione della 
” XI Giornata nazionale del Giardino”
una propria medaglia Premio di rappresentanza.
 

 


 
GIARDINO ROMANO
PIANTUMAZIONE ALBERI
 
Ancora una volta il Giardino Romano si cimenta, nell’occasione, per restuire al contesto archeologico massenziano due alberi da frutto, scomparsi a causa del tempo. Il Sopraintendente Dott. Claudio Presicce ha accolto con piacere la nostra proposta e quindi si avrà una nuova occasione di collaborazione tra pubblico e privato così adempiendo alla raccomandazione dell’UGAI di valorizzare il verde pubblico.
 
 

 


 

GARDEN CLUB LA ZAGARA CATANZARO

IL VERDE PUBBLICO È PATRIMONIO DI TUTTI: COLTIVIAMOLO

GIARDINI DI ORTICOLE A SCUOLA

CONVEGNO-STUDIO

CATANZARO – SALA DELLE CONFERENZE DEL MUSMI – PARCO DELLA BIODIVERSITÀ MEDITERRANEA
 
LUNEDÌ 14 APRILE 2014
 
Il progetto finalizzato, nel rispetto del tema nazionale suggerito dall’UGAI a creare Giardini di orticole a scuola, attraverso lezioni teoriche alternate a pratiche giardiniere, offre in realtà sezioni di lavoro e spunti di studio differenziati in funzione dell’utenza a cui sono rivolti. Ciò per favorire le complementarità del pensare, del conoscere e del fare; ciò per sperimentare nell’applicazione del bello, del giusto e del salutistico l’utilità del salvare per tramandare; ciò per avvalorare che consumare ossessivamente è distruggere ecologicamente. 
Il Convegno-studio finale, pensato per l’XI Giornata Nazionale del Giardino, per puntualizzare, ampliare e legare le esperienze e conoscenze dei molti partner aderenti al progetto, vedrà protagonisti i giovani.
Più specificatamente l’Istituto Comprensivo “Mater Domini” lo vitalizzerà intervenendo con la Scuola Primaria su: Giardini di orticole lillipuziani, con la Secondaria di I grado con: Coltiviamo per  mangiare sano; l’ Istituto Superiore “R. Petrucci” presenterà le sequenze tecniche necessarie al raggiungimento di una Progettazione per un giardino di orticole; l’Istituto Superiore “V. Emanuele II”, intratterrà su Orticole con crescita biologica Un’esperienza condivisa, un giardino appositamente progettato e coltivato; il Liceo Ginnasio “P. Galluppi” esporrà la ricostruzione de Il paesaggio agrario calabrese tra XVIII e XX secolo, attraverso gli scritti dei viaggiatori, il Liceo Scientifico “L. Siciliani” documenterà lo stato di salute del territorio calabrese con rimandi e interconnessioni ad ampio respiro ambientale concentrandosi su Terra, acqua e aria. Gli interventi aggiunti del professor Nicola Siciliani de Cumis: Dal giardino dei semplici, coltiviamo un ritorno alla coltura etica e del dottor Carmine Lupia Il seme: struttura, diversità, tipologia, modificazione, non potranno che ulteriormente avvalorare l’incontro di tante esperienze-conoscenze volte unicamente alla salvaguardia di un intero ecosistema.
In tutto ciò è intento dell’Associazione Garden garantire il coordinamento del progetto nei diversi step con i diversi partner e la cura dell’evento finale sia in fase organizzativa che esecutiva.
Ai soggetti aderenti al progetto anche In ossequio e per effetto di un protocollo d’intesa da sottoscrivere, è garantita la giustapposizione del logo su report, materiale promozionale e documentale di supporto all’iniziativa.
 

>>Scarica il Programma

>>Consulta il calendario laboratori

 


 
GARDEN CLUB FERRARA
Simboli della natura nella quiete di un giardino
 
Sculture di Maurizio Bonora nel giardino Foschini Borghesani
 
Domenica 13 aprile 2014 si celebra in tutta Italia la Giornata Nazionale del Giardino indetta dall’UGAI (Unione Garden Club e Attività similari d’Italia). Per quest’occasione il Garden Club di Ferrara e Maurizio Bonora, artista ferrarese ben noto e apprezzato sia a livello locale che nazionale, propongono alla città un’iniziativa che intende mettere in luce il fecondo e significativo rapporto fra sculture e giardini, che ha rivestito (e riveste tuttora) un’importanza culturale fondamentale nella storia del giardino.
 
Il peculiare rapporto fra sculture e ambiente vegetale era già stato sottolineato dal locale Garden Club in occasione della Giornata del Giardino 2012, quando era stata promossa e curata - a livello pubblico - la riqualificazione del trascurato Giardino con Sculture del Palazzo Massari, sede delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea. Ora la sede del Palazzo e il suo giardino sono chiusi al pubblico in seguito al sisma di due anni fa. Il Garden Club, con questa iniziativa in un giardino privato, auspica una rapida riapertura del pubblico Giardino con Sculture delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, dove la splendida Grande Musa di Maurizio Bonora, campeggia centrale e dà il benvenuto ai visitatori delle straordinarie opere d’arte custodite nelle sale del Palazzo Massari e nel suo giardino.
 
L’attuale allestimento nel giardino Foschini Borghesani, curato proprio da Maurizio Bonora per il Garden Club, è del tutto particolare. Si tratta di sculture di grandi dimensioni degli anni settanta del secolo scorso, ispirate a diversi aspetti della natura, progettate appositamente per spazi verdi e mai presentate a Ferrara.
 
Sarà l’Autore stesso a illustrare al pubblico temi e tecniche delle sue opere nel corso di due visite guidate nel giardino, che si terranno domenica 13 aprile alle ore 16.30 e alle 18.00.
 

 


 

GARDEN CLUB LA SPEZIA

Aiuola - roccaglia

 

In occasione dell'XI Giornata del Giardino sono stati organizzati "Itinerari alla scoperta della città" e la presentazione del Progetto di rivalutazione dell'Aiuola - roccaglia dei Giardini storici.

 

>>Scarica il programma "Itinerari alla scoperta della città"

>>Scarica il programma del Progetto

 


 

GARDEN CLUB MONZA E BRIANZA

RINNOVAMENTO E RICERCA NEI GIARDINI E NEL PARCO DI MONZA SOTTO BEAUHARNAIS VICERE’

Incontro con Filippo Pizzoni

 

L’evento è organizzato in collaborazione con Novaluna, nell’ambito dell’iniziativa "IL PARCO DEL VICERE’. L’eredità  di Eugenio di Beauharnais"
 
Proprio per conoscere l’origine del nostro parco di Monza, patrimonio verde inestimabile, abbiamo invitato Filippo Pizzoni.
 
Architetto, paesaggista e storico del giardino, laureato presso la Facoltà di Architettura del Politecnico a Milano, si è specializzato in Garden Design presso Inchbald School of Design di Londra, e in Conservazione di Parchi e Giardini Storici presso l'Institute of Advanced Architectural Studies dell'Università di York, nell’ambito di un programma CEE organizzato da ICOMOS-IFLA. 
Nel 2000 ha fondato aMAZING_sTUDIO, un laboratorio che si occupa di progettazione di giardini e di restauro di parchi storici pubblici e privati.
Accanto all'attività progettuale, opera nella comunicazione della cultura del giardino, con la pubblicazione di volumi, la collaborazione con diverse testate, e con l'organizzazione di convegni ed eventi. Dal 2011 è consigliere di Orticola di Lombardia per la quale cura anche il blog di Io donna.
Tra i riconoscimenti nazionali e internazionali, con il progetto The Strangest House any one Ever Lived In, Filippo Pizzoni ha ricevuto nel giugno 2004 il Premio Martini per gli Architetti del Paesaggio. Nello stesso anno ha ricevuto una menzione per il progetto Sol des sols, realizzato per la manifestazione Lausanne Jardin 2004, e il progetto Kaleidoscope è stato selezionato e realizzato nell’ambito di XXIIIéme Festival International des Jardins, Chaumont sur Loire, Francia.
 

 


 

GARDEN CLUB TORINO FLORITALIA

FARFALLE: dalla Natura alla rappresentazione artistica nel 900

 

Fiori, farfalle, arte, idee in mostra dal 12 aprile al 12 luglio a Romano Canavese.
 
La manifestazione è organizzata dalla Fondazione Arte Nova con la collaborazione di:  Dipartimento Scienze Agrarie Università di Torino, Museo Regionale  di Scienze Naturali del Piemonte e Floritalia Garden Club di Torino.
 
>>Scarica il Programma della Mostra

 


 

GARDEN CLUB MESSINA

Piante e fiori ispiratori di ogni espressione artistica

 

Il nostro club, nell’intento di proseguire la sensibilizzazione dei giovani alla salvaguardia e cura del patrimonio verde ha coinvolto alcune scolaresche della città per lo svolgimento del  tema “Piante e fiori ispiratori di ogni espressione artistica”.
La manifestazione avrà luogo alle ore 10.00 nel Salone delle Bandiere del Municipio  e, dopo l’introduzione a cura di Mela Nicosia, daranno “voce” al tema con musica, immagini e brani letterari gli  ./.
          
Istituti scolastici: la Scuola Media Verona Trento, il Liceo Artistico “E. Basile”, il Liceo Sant’Ignazio. e la Scuola Media “Vittorini” Ringraziamo fin da ora i Dirigenti Scolastici e gli allievi per la pronta adesione alla nostra richiesta.
 

 

 


 

GARDEN CLUB BIELLA

Giornata del Giardino a Orta

 

Festeggiamo ad Orta San Giulio con “Orta Fiori”, mostra mercato nella pittoresca cittadina patrimonio dell’UNESCO. Una occasione unica per godere del’arrivo della primavera.

 


 

GARDEN CLUB SIENA

ESSENZE ARBOREE

 

In occasione dell' XI Giornata Nazionale del Giardino indetta dall’UGAI, il Garden Club di Siena donerà alla Città di Siena il ripristino, la fornitura e la messa a dimora di essenze arboree nell'area verde intorno alla Fontana di San Prospero, nel Parco della Rimembranza. Il disegno dell'aiuola è stato eseguito dall'architetto paesaggista Paolo Iannaccone.

 

 


 

GARDEN CLUB VENEZIA

VISITA GUIDATA Alberoni

 

Abbiamo pensato di celebrare questa giornata con una visita guidata all'Oasi degli Alberoni tutelata dal WWF. Questo ultimo nucleo di verde "selvaggio" dietro le dune della spiaggia merita una passegg iata rasserenante che, visto il clima già primaverile, dovrebbe anche gratificare l'occhio con le prime fioriture.

 

 


 

GARDEN CLUB CATANIA

“Etna Nostro” – Dibattito – 12 aprile 2014 

 

 

Il Forum catanese della Cultura e dell’Ambiente è stato creato alcuni anni fa col precipuo scopo di evidenziare i numerosi e frequenti problemi che ostacolano la crescita civile della nostra terra e dare un contributo alle Pubbliche Amministrazioni, suggerendo soluzioni o creando movimenti di opinione utili a rendere possibile il reperimento di una soluzione. Esemplare, a riguardo, la vittoria conseguita nel rigetto di un progetto di RFI (ex Ferrovie dello Stato), la cui realizzazione avrebbe tranciato un pezzo di quartiere sette- e ottocentesco del nostro centro storico, allo scopo di raddoppiare il binario ferroviario in uscita dalla città dal lato sud.
 
Il recente inserimento dell’Etna nel Patrimonio dell’Umanità costituisce una grandissima soddisfazione per le genti etnee e per i siciliani in generale, ma esistono fondati motivi per ritenere che a tale riconoscimento non stia corrispondendo una più efficace protezione dell’ambiente, abbinata ad un beneficio economico per le popolazioni che vivono attorno al Vulcano, che ne hanno un grandissimo bisogno.
 
Delle difficoltà per il raggiungimento di entrambi tali obbiettivi, si discuterà durante un dibattito organizzato dal  Forum  e che vede l’ing. Giambattista Condorelli nel ruolo di coordinatore del convegno mentre il ruolo di moderatore è stato affidato al giornalista Giuseppe Riggio. 
 
Non si tratterà quindi di una celebrazione dell'inserimento dell'Etna nel Patrimonio dell'Umanità, ma di qualcosa di diverso, anche se, prima di passare ad affrontare i “nodi”, si potrà godere uno dei tanti impareggiabili reportage del giornalista di RAI 3 Giovanni Tomarchio. 
 
Si passerà poi ad affrontare cinque o sei punti che fanno sì che l’appeal dell’Etna nei confronti dei turisti non sia quello auspicabile, costituendo così una fonte di reddito per le popolazioni pedemontane. Parleremo delle discariche di rifiuti sulle strade pedemontane che costituiscono l’accesso all’Etna, della mancanza di guardiaparco, dell’invasione di moto da cross e quad dove vige il divieto di utilizzo di mezzi a motore, della mancanza di punti di informazioni adeguati, della mancanza di segnatura dei sentieri,dei divieti che sussistono per poter raggiungere le aree sommitali e di quant’altro c’è che “non va” che sarà evidenziato dal pubblico, che potrà intervenire. 
 
Il dibattito avrà luogo sabato 12 aprile 2014, alle ore 9.00 presso l’Aula Mazzarino dell’ex monastero dei Benedettini in Piazza Dante a Catania.
 

 

 


 

GARDEN CLUB PERUGIA

“UNA CITTA’ CHE E’ UN TESORO” - Venerdì 11 aprile

 

Il Garden Club Perugia, come nell’anno passato, ha deciso di incentrare l’edizione 2014 della Giornata del Giardino UGAI sul gioco, organizzando una vera e propria caccia al tesoro, che si è svolta attraverso i cinque Rioni cittadini, per far scoprire ai giovani partecipanti un’insospettabile città, fatta di giardini segreti , di splendidi palazzi e di parchi storici e, soprattutto, con il fine di ridare appartenenza e senso della città, in una conversazione senza limiti di spazio-tempo, nella efficace ed innovativa coniugazione fra architettura e natura, fra singolo e gruppo, tra giovani e meno giovani. 
L’intera iniziativa si è svolta nello splendido scenario del Centro Storico, entro il perimetro delle mura Etrusche.  I protagonisti di questa  “Caccia” sono stati un gruppo di oltre cento giovani, dagli 11 fino ai 18 anni, divisi in cinque squadre, costituito da studenti delle 5^ classi Elementari,  delle Scuole Medie, del Liceo e da due studenti dell’Università per Stranieri per ogni squadra, accompagnati da Studenti Universitari, in funzione di tutor, delle Facoltà di Agraria e di Scienza della Formazione.
Tutti i partecipanti, attraverso un itinerario nei cinque rioni e dopo aver superato altrettante prove, costituite da indovinelli, giochi e indizi in endecasillabi sui tesori della città, sulle sue pietre misteriose e sugli assurdi perché della sua toponomastica, sono arrivati al Parco del Pincetto, dove hanno trovato, negli antichi depositi del Sale, lo scrigno con il tesoro, la cui chiave è stata ritrovata, poi,  fra le radici di un olivo, al chiostro del Duomo, e qui tutti insieme a far festa con una “Torcolata“, gentilmente offerta da alcuni pasticceri  e cioccolatieri perugini. I ragazzi, come segno del loro passaggio gioioso in centro, hanno lasciato, una scia colorata di semi di fiori, donati da un vivaio della città. Ma cos’era il tesoro? Era costituito da uno scrigno contenente un sacchetto di sale, insieme ad una pergamena scritta dal Prof. G. Mollo, in cui si ricorda come questo elemento sia stato così importante nella storia di Perugia, tanto da indurre i cittadini ad intraprendere una guerra contro il papa Paolo III, che su di esso aveva imposto una pesante tassa. 
L’iniziativa del Garden Club Perugia, organizzata con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Perugia e che ha visto la partecipazione attiva di tutte le Associazioni del Centro Storico, vuole essere non solo un momento di festa, ma anche e soprattutto un’occasione di riflessione sull’importanza di stimolare nelle comunità locali la consapevolezza del ruolo prioritario che ogni cittadino può e deve svolgere per giungere ad una gestione sostenibile del proprio territorio, che è il vero motore della rinascita, del miglioramento  e  della salvaguardia della città.

La Caccia al Tesoro

 


 

GARDEN CLUB TAORMINA

 

 
Il Garden Club di Taormina per ricordare la giornata del Giardino UGAI , ha coinvolto la Scuola di Giardini , guidati dal Dott.Marco Colafatti; assieme a tutte le socie del Garden abbiamo visitato la Riserva Naturale Orientata di Fiumefreddo, che ci è stata illustrata in tutti i vari aspetti con grande competenza.
Il Fiumefreddo , della riserva, sgorga dalle pendici nord orientali dell'Etna dove, per l'elevata permeabilità dall'ex rocce vulcaniche , l'acqua si infiltra nel terreno e riaffiora , grazie alla presenza di un substrato argilloso impermeabile. Per apprezzare la profondità e la limpidezza delle acque ci è stato consigliato dal Dott. Colafatti, che ha precedentemente preparato i ragazzi, di effettuare la visita nelle ore in cui il sole è più alto. L'acqua del fiume, che non supera mai la temperatura dei 10-15 gradi anche in estate,
ha la caratteristica di defluire lentamente così favorisce la presenza di una particolarissima vegetazione acquatica di cui specie tipiche dell'Europa centrale come il Ranuncolo a Pennello di cui rappresenta l'unico esemplare di tutto il centro del sud'Italia. Troviamo anche il Papiro( Cyperus Papirus Siculus) di grande dimensioni completamente diverso da quello siracusano.
Altre specie vegetali sono: il Salice Bianco,il Giaggiolo
acquatico, il Pioppo tremulo,l'Equiseto o Erba Cavallina, la Menta acquatica. Vi è anche una rigogliosa vegetazione di tipo salustre con cannuccia, carice ,il Giunco e specie igrofile rare o assenti nel resto dell'isola . La presenza delle sorgive favorisce inoltre la sosta degli uccelli di passo: Aironi, Beccacce, Ricocoli e molti anatridi.
Nella zona limitrofa alla riserva si trova il settecentesco Castello degli Schiavi, opera degli architetti Vaccarini e Ittar.
La riserva si estende per circa 10 ettari e riveste una grande importanza per la tutela dell'abitat fluviale. La riserva tipologicamente individuata come "Riserva Naturale Orientata di Fiumefreddo " serve per consentire la conservazione della flora ed il ripristino, lungo gli argini, della vegetazione mediterranea.
Dopo una splendida mattinata ,trascorsa a contatto con la natura e il verde, ci siamo ritrovati, per concludere al Castello degli Schiavi.
 
 

 


 

GARDEN CLUB VITERBO

Piazza San Lorenzo

 

E’ con piacere che, per il secondo anno consecutivo, il Garden Club Viterbo partecipa all’iniziativa promossa dall’UGAI (Unione Garden Club e Attività Similari d’Italia), diretta alla valorizzazione del verde pubblico come patrimonio di tutti.
Dopo la bella esperienza dello scorso anno con la quale il Garden Club Viterbo ha recuperato, con nuovo impianto di fiori perenni e annuali, l’area verde sita in Via Marconi e precisamente l’aiuola adiacente all’abside della Chiesa di Sant’Egidio, quest’anno l’attenzione è stata rivolta all’abbellimento ed al recupero dello spazio in Piazza San Lorenzo sotto la loggia del Palazzo Papale.
La “Giornata Nazionale del Giardino” oramai arrivata all’XI° appuntamento è divenuta una consuetudine con interventi, se pur di modeste dimensioni, volti alla valorizzazione del rapporto tra cittadino e verde pubblico nell’intento di sensibilizzare tutti alla tutela delle aree verdi della città.

Loggia Palazzo Papale

 


 

GARDEN CLUB MODENA

Convegno sui parchi e giardini storici RINVIATO a data da destinarsi per motivi organizzativi.